Cile, Sampaoli sgancia la bomba: "Vidal ha bisogno di uno specialista"

Share

Ha vinto le ultime due edizioni della Coppa America, eppure il Cile ai Mondiali del 2018 non ci sara'. Naturalmente sapevo che la colpa non era sua ma di Vidal. Nel mirino il gruppo della nazionale cilena che lo stesso tecnico argentino ha guidato ai recenti trionfi e che, dopo di lui, si è sgonfiato per problemi interni. Secondo i media locali la "Banda Pitillo", così è stata rinominata, è composta da Jara, Vidal, Beausejour, Valdivia e Pinilla. Gli piace bere e non si controlla. "Mi ricordo che una volta in aereo verso Lima mi chiese di bere una birra, ma io gli dissi di no, perché avremmo dovuto incontrare dei dirigenti della federazione - racconta Sampaoli - Lui non mi diede ascolto, e fu visto dai compagni con una bottiglia di whiskey in mano". Sampaoli aveva parlato anche di Eduardo Vargas "ogni volta che lo vedo arrivare in Cile è sempre peggio". Alexis Sanchez sta sempre con le cuffie e ascolta musica rimanendo sempre in disparte. "Medel ha smesso di bere, ma non la voglia di divertirsi". Insomma, parole che gettano ulteriore benzina sul fuoco in un ambiente già surriscaldato dal messaggio condiviso attraverso il suo profilo Instagram dalla moglie del portiere della Roja Claudio Bravo.

Questa la traduzione: "Grazie alla mia selezione per tutti i bei momenti". Grazie al mio capitan America per tutto quello che ho vissuto, è stato veramente bello.

Pediatria: l'esperto, alle medie giusto 'no' a ritorno a casa da soli
Il traffico - precisa l'esperto - è fortemente aumentato e basta uno sguardo alle statistiche per vedere la crescita di reati nei confronti dei ragazzi.

"Quando si indossa la maglia della Nazionale bisogna essere professionisti - ha commentato Sampaoli -, invece so che molti di loro facevano festini e si presentavano ubriachi agli allenamenti".

Share