Mertens innamorato di Napoli: "Ma non paragonatemi a Maradona"

Share

Dries Mertens preferisce volare basso: "Io non sono al livello di Maradona, lui è una leggenda. Amo ogni singola cosa di questa città, mi piace uscire, girare, conoscere gente nuova, il clima che si respira è sempre stupendo". Intervistato da il Guerin Sportivo Dries Mertens ha ribadito il suo amore per Napoli e toccato un tasto difficile: il confronto con Maradona: "Non esiste il paragone tra me e Diego".

"Il paragone con Maradona?".

Mertens è follemente innamorato della piazza partenopea: "Qui a Napoli il calcio è incredibile, la gente lo segue in maniera pazzesca: mi piace molto il modo di vivere. Io sono Dries: voglio restare con i piedi per terra ed aiutare la squadra", ha proseguito il belga. Si possono fare paragoni con le reti, ma non con i giocatori. Juve? Sono concentrato solo sul Napoli, dobbiamo pensare a noi stessi e dare tutto senza guardare gli altri.

Giaccherini: "Scudetto? Vincerlo qui sarebbe più bello che con la Juve"
Scudetto? Si conquista con la mentalità , con la fame e la voglia di vincere ogni partita. E allora quale sarebbe il titolo più appropriato per la sfida di sabato dell'Olimpico?

Sarri incominciò a metterlo titolare in tutte le partite e Mertens lo ripagava con ottime prestazioni e almeno un gol a partita, il fenomeno belga infatti iniziò a scalare la classifica marcatori arrivando fino ai piani alti dove c'erano bomber puri come: Dzeko, Belotti, Icardi, Immobile e Higuain.

Un pensiero infine per lo sfortunato Milik, ancora ai box: "Arek ha avuto una sfortuna incredibile".

Share