Bufera PSG, indagato per corruzione il Presidente della squadra francese

Share

Il presidente del Paris Saint-Germain è finito nel registro degli indagati, insieme all'ex Segretario FIFA Valcke, con le accuse di corruzione, frode e falso nell'ambito dell'assegnazione dei diritti TV per le prossime quattro edizioni dei Mondiali di calcio all'emittente qatariota beIN Sports, di cui Al-Khelaifi è direttore generale. Non ci sono stati arresti. L'inchiesta, condotta dalla polizia svizzera, avrebbe rivelato che Al Khelaifi avrebbe pagato delle tangenti per l'esito delle aste, con la complicità dell'ex segretario generale della Fifa, Jerome Valcke.

Nuoto: Federica Pellegrini e l'ultimo oro mancante
Certo tutto diventa più complicato se terzi soggetti si inseriscono con autogol e uscite che hanno messo veleno sul fuoco". E qualcuno poteva pensare anche di premiare Christian Minotti che ha portato la Quadarella a vincere tutte quelle medaglie.

Secondo una nota ufficiale, Al-Khelaifi sarebbe indagato per "corruzione di privati, truffa, amministrazione infedele e falsità in documenti". Le edizioni incriminate per lui sarebbero quelle del 2018, 2022, 2026 e 2030. La procura svizzera ha detto di aver operato in collaborazione con le autorità in Francia, Grecia, Italia e Spagna con perquisizioni effettuate in varie località, compresi gli uffici di Bein a Parigi.

Share