Meryl Streep attacca Harvey Weinstein: "Abusi disgustosi"

Share

Buona parte di Hollywood è sconvolta e numerosi attrici, ma anche diverse impiegate del settore, si sono espresse in modo unanime, condannando quel produttore che durante i loro primi anni di carriera aveva tentato di abusare di loro.

Dopo le accuse nei suoi confronti, parla di un "disgustoso e imperdonabile abuso di potere".

Lo scandalo e' esploso dopo un'inchiesta del New York Times da cui emergono dettagli di molestie sessuali ai danni di dipendenti, attrici, modelle, perpetrate nel corso di tre decenni, oltre ad almeno otto patteggiamenti con accusatrici.

"Alla luce delle nuove informazioni in merito alla cattiva condotta di Harvey Weinstein che sono emerse negli ultimi giorni, i dirigenti della Weinstein Company - Robert Weinstein, Lance Maerov, Richard Koenigsberg e Tarak Ben Ammar - hanno deciso, e informato Harvey Weinstein, che il suo impiego con la compagnia è terminato, con effetto immediato".

Russia 2018, 17 squadre sono già al Mondiale
La prima fascia comprende Croazia , Danimarca , Italia e Svizzera; la seconda Grecia , Irlanda , Irlanda del Nord e Svezia . Le buone notizie non mancano nonostante il pessimismo per le prestazioni espresse dall'Italia .

La bomba è stata sganciata in seguito alle pesanti accuse riportate sul New York Times delle attrici Ashley Judd e Rose McGowan. "Questa è la ragazza che è stata vittima di un mostro".

Harvey Weinstein, coinvolto in una vicenda di molestie sessuali, è stato licenziato dalla "The Weinstein Co", la società fondata insieme al fratello.

Harvey Weinstein, il Signore del Cinema, che nel tempo ha collezionato così tanti Oscar (tra cui Shakespeare in Love e Pulp Fiction), da costringere l'Academy a cambiare le regole per diminuire la sua influenza.

"Le donne coraggiose che hanno fatto sentire la loro voce per denunciare gli abusi sono eroine", ha dichiarato Streep all'Huffington Post. "Non sapevo di queste azioni, non sapevo che avesse avuto incontri nella sua camera d'albergo, nel suo bagno, o compiuto azioni inappropriate o violenze".

Share