Esame di terza media, addio voto in condotta: "Meglio una relazione"

Share

Il momento della verità, infatti, è arrivato: ieri il Ministro Fedeli ha firmato il decreto che entra nel dettaglio delle tante novità per l'Esame di Stato della Scuola Secondaria di I Grado 2018.

Quest'anno all'Esame di Terza Media cambia tutto (e lo sapevamo già!) ma finalmente è arrivato il momento di capire con esattezza come (e se davvero diremo addio alle Invalsi!). La norma che prevedeva la non ammissione alla classe successiva per chi conseguiva un voto di comportamento inferiore al 6 è stata abrogata: si potrà dunque essere ammessi o ammesse all'esame anche con una cattiva condotta.

Come vi abbiamo anticipato all'inizio, anche la modalità di valutazione all'esame di Terza Media cambia. Cambia anche la modalità di espressione del voto: resteranno in decimi, ma ci sarà anche la descrizione del processo e del livello globale di sviluppo degli apprendimenti che lo studente ha raggiunto.

Il comportamento non sarà più valutato numericamente, ma con sintetici giudizi.

Per quanto riguarda le prove d'esame, invece, quelle scritte saranno ridotte a tre e terranno maggiormente conto degli studenti e dei traguardi di apprendimento raggiunti.

Kit Harington ha fatto uno scherzo terrificante alla sua fidanzata
Galeotto fu il set per Kit Harington e Rose Leslie che, nella celebre saga, impersonano i protagonisti Jon Snow e Ygritte . L'ottava serie del Trono sarà termina in estate mentre la messa in onda è prevista per 2019.

Inoltre il decreto fornisce anche il modello nazionale di certificazione delle competenze, che conterrà anche un sezione curata dall'Invalsi con i risultati delle prove.

Per la scuola primaria le prove sono state confermate in seconda e in quinta. Oltre a italiano e matematica è stata aggiunta una terza materia: inglese.

Per poter sostenere l'esame, le alunne e gli alunni del terzo anno delle scuole medie dovranno aver frequentato almeno tre quarti del monte ore annuale, non aver ricevuto sanzioni disciplinari che comportano la non ammissione, e dovranno aver partecipato alle prove INVALSI. Le prove si svolgeranno ad aprile, al computer. A proposito di Invalsi, la partecipazione alle loro prove è un requisito d'ammissione all'esame, ma non incide sulla votazione finale.

Tutti i diritti di utilizzazione economica previsti dalla legge n. 633/1941 sui testi da Lei concepiti ed elaborati ed a noi inviati per la pubblicazione, vengono da Lei ceduti in via esclusiva e definitiva alla nostra società, che avrà pertanto ogni più ampio diritto di utilizzare detti testi, ivi compreso - a titolo esemplificativo - il diritto di riprodurre, pubblicare, diffondere a mezzo stampa e/o con ogni altro tipo di supporto o mezzo e comunque in ogni forma o modo, anche se attualmente non esistenti, sui propri mezzi, nonché di cedere a terzi tali diritti, senza corrispettivo in Suo favore. La prova in lingua straniera si baserà su due fasi: comprensione e scritto della lingua inglese di livello A2 e comprensione e scritto per la seconda lingua comunitaria A1. Verranno valutati anche i livelli di padronanza delle competenze legate alle attività svolte nell'ambito di Cittadinanza e Costituzione.

Il voto finale sarà dato dalla media tra il voto di ammissione e i voti conseguiti nelle prove scritte e nel colloquio orale. Per sviluppare questa traccia, allo studente potranno essere forniti documenti o indicazioni utili alo svolgimento e all'esposizione delle riflessioni personali.

Share