Elezioni Sicilia. Micari: "Basta con la politica dell'insulto. Io non ci sto"

Share

Il candidato alla presidenza della Regione Giancarlo Cancelleri (Movimento 5 Stelle) presenta nel suo listino Gianina Ciancio, Salvatore Siragusa, Vanessa Ferreri, Stefania Zito, Valentina Zafarana e Sergio Tancredi; Claudia Fava (Centopassi per la Sicilia) schiera Raffaella Campo, Maurizio Bonincontro, Mariella Maggio, Paolo Cafà Annalisa Stancanelli, Massimo Fundarò; Roberto La Rosa (Siciliani Liberi) inserisce Enzo Castrenze Cassata, Maria Antonietta Pititto detta Antonella, Raffaele Panebianco, Francesca Versaci, Salvatore Fanara (detto Salvo) e Luna Stella Sole. "Questi numeri lasciano ben sperare anche per il riscontro sui siciliani della campagna elettorale che sta entrando ora nel vivo" fanno sapere da ambiente grillini. La corte d'appello di Messina ha infatti ricusato la lista "Arcipelago-Micari presidente" nella città dello Stretto, l'unica dove il presidente uscente era candidato, poiché entro il termine previsto non risultava depositata né la lista dei candidati né la prescritta documentazione.

L'Australia ferma la corsa della Siria, 2-1 ai tempi supplementari
Sarà l'Australia a contendersi, con la quarta formazione del girone CONCACAF, un posto ai prossimi Mondiali di Russia. Al 120′ Al Soma potrebbe ricambiare tutto, ma la sua punizione si stampa sul palo a Ryan battuto.

La prossima settimana Antonino Cianciolo, dirigente medico dell'Asp di Palermo, si presenterà agli elettori con una manifestazione pubblica per parlare delle idee e dei progetti politici che vuole portare avanti; vuole confrontarsi con i cittadini, raccoglierne le istanze, analizzare, caso per caso, le criticità e le numerose emergenze che dovranno essere affrontate già all'indomani del 5 novembre prossimo. La nostra lista non ha ricevuto nessun attacco. Questo - accusa Cancelleri - dà il senso di come questa persona sia ascoltata all'interno della coalizione che lo sostiene. "E mi sono reso conto che ho bisogno di un foglio perché me li dovevo scrivere, perché sono talmente tanti, con capi di imputazione tra i più bizzarri, che ricordarmeli sarebbe stato impossibile". Tra i deputati iblei c'è Orazio Ragusa che tenta di ritornare a Palermo per il quarto mandato consecutivo. Chi si impegna lo faccia con coerenza, lealtà e rispetto per la Sicilia ed il territorio che dovrà rappresentare. Con un tono beffardo, di aperta critica li elenca uno ad uno, dando conto dei guai giudiziari di alcuni, sottolineando le parentele di altri con chi ha avuto, o ha tuttora problemi con la giustizia.

Share