Palermo, laurea honoris causa in Ecologia marina al principe Alberto

Share

Dopo l'ndirizzo di saluto di Fabio Mazzola, Prorettore Vicario Università degli Studi di Palermo Michelangelo Gruttadauria, Presidente della Scuola di Scienze di Base e Applicate, saranno proclamate le motivazioni e la laudatio da Antonio Mazzola, direttore del Dipartimento di Scienze delle Terra e del Mare. poi toccherà a lui, il Principe con la sua Lectio Magistralis "La mer et l'homme, des menaces aux promesses". Stamattina alle 11 nell' aula magna della Scuola Politecnica in viale delle Scienze l'Università di Palermo gli conferirà la Laurea Honoris Causa in Ecologia Marina. Vuole conoscere i legami della sua dinastia con la Sicilia. "Il Mediterraneo è emblematico per la sua storia recente e per quella passata che lungo le sue rive ha visto nascere le più grandi civiltà, ma anche per le sue problematiche attuali, fatte di inquietudini e di disuguaglianze". La visita del principe in Sicilia proseguirà per i prossimi due giorni nel Nisseno e nel Ragusano per il Duca di Mazzarino.

"Sua altezza serenissima il Principe Alberto II di Monaco ha mostrato una grande sensibilità alle tematiche ambientali documentata dalle molteplici iniziative che ha posto in essere per la difesa del pianeta terra tra le quali la creazione nel 2006 della "Fondazione Principe Alberto di Monaco" attraverso la quale promuove azioni dedicate alla protezione dell'ambiente e allo sviluppo sostenibile". Si prosegue domani a Mazzarino, in provincia di Caltanissetta: qui il sindaco Vincenzo Marino gli concederà la cittadinanza onoraria. Il principe Alberto andrà alla basilica Madonna del Mazzaro e a Santa Caterina Villarmosa, dove ci sono altre tracce del casato. Poi l'arrivo a Modica nel pomeriggio dello stesso giorno, martedì 10 ottobre.

Referendum del 22: alle 21 serata per il SI
Se si schiaccia "cambia", bisogna poi decidere se optare per sì, no o scheda bianca e la procedura è terminata. Le sezioni elettorali sono le stesse delle 'normali' elezioni.

Per lui una full immersion nel mondod el cioccolato dalla dimostrazione della produzione fino alla visita al museo, poi la cena di gala organizzata dalla fondazione Grimaldi. "Il fiore all'occhiello sarà la riapertura del Castello dei Conti che sarà riaperto dopo tantissimi anni alla cittadinanza", dice il sindaco Ignazio Abbate.

Share