Legge elettorale, Rosato: "Sul Rosatellum è opportuna la fiducia"

Share

Immediata infatti la risposta a Rosato da parte del Capogruppo MdP Roberto Speranza: "Mettere la fiducia sulla legge elettorale a pochi giorni dallo scioglimento delle Camere è oltre i limiti della democrazia".

Stamattina, dunque, Rosato ha annunciato la richiesta a Gentiloni di porre una fiducia "tecnica" sul Rosatellum 2.0, a cui hanno risposto esprimendo "comprensione" Brunetta e Giancarlo Giorgetti per la Lega.

I partiti sono chiamati oggi, a partire dalle 15, a esprimersi sul testo del Rosatellum bis ma, nonostante i numeri sulla carta ci siano, il governo teme 'imboscate' durante il voto segreto sugli emendamenti.

Grande Fratello vip, l'annuncio: "Stasera mi lego ai cancelli per protesta"
Ricordiamo che l'ex concorrente ha dovuto abbandonare la Casa più spiata d'Italia a causa di una bestemmia . Ma Marco non ha alcuna intenzione di farsi da parte e ora vorrebbe avere un riscatto per quanto accaduto.

Il capogruppo alla Camera Filippo Rosato ha dichiarato di aver telefonato a Paolo Gentiloni dopo la riunione di maggioranza, riferendo che "la valutazione della maggioranza sarebbe che è opportuna la fiducia perché il testo è frutto di un faticoso equilibrio tra maggioranza e opposizione e sottoporlo ai voti segreti metterebbe in difficoltà il complesso del testo".

Ovviamente il Presidente della Repubblica non può entrare nella sfera delle competenze del Presidente della Camera, ma ha fatto comunque trapelare di considerare "positivo" l'impegno in Parlamento per giungere a una nuova legge elettorale che abbia "ampio consenso", sottolineando che la fiducia rientra nel rapporti tra Parlamento e Governo. Il coordinatore nazionale dell'Mdp ha poi affermato che "una legge che toglie la sovranità ai cittadini di scegliere i propri eletti viene approvata togliendo la sovranità al Parlamento".

Ieri sera vagliando i circa 200 emendamenti, i capigruppo di Pd, Fi, Lega e Ap hanno constatato che si andava incontro a circa 100 possibili voti segreti;, molti dei quali sarebbero stati evitati con due emendamenti "canguro" presentati da Pd e Ap. "Non voglio credere che sia vero". Per Danilo Toninelli, del MoVimento 5 Stelle, si tratterebbe di un atto eversivo e incostituzionale, che Gentiloni dovrebbe impedire a ogni costo. "Il tutto con la complicità di Lega e Forza Italia che, sulla carta, sono all'opposizione, ma che fanno parte di questo grande e vergognoso inciucio contro i cittadini".

Share