Bici rubata, cittadini fanno una colletta. Ciclista francese: "Sono commosso"

Share

Amici di Facebook, Ieri pomeriggio 30 settembre 2017, sono stato derubato della mia bicicletta da viaggio sulla spiaggia... Etienne era partito da Honk Kong per arrivare in Francia: in 11 mesi di viaggio circa 15mila chilometri percorsi.

"L'ho lasciata incustodita per cinque minuti - ha scritto rassegnato il francese - ed è sparita". Non ho ancora ritrovato la bicicletta, e spero che anzi possa saltare fuori insieme alla mia attrezzatura, ma sono stato sommerso da gesti di gentilezza. Concreta la mobilitazione di Castelvolturno: in prima linea il sindaco Dimitri Russo che, in diretta radiofonica su Radio24, annuncia di aver attivato "ogni canale, anche non ufficiale", per ritrovare la bici. Tuttavia, Castel Volturno ce la sta mettendo tutta. Arrivato a Castel Volturno, però, il transalpino ha visto rubarsi la sua cara bici.

Mamma e figlio scomparsi nel bosco: mistero
La zona di San Donnino sarebbe quella dove è stato registrata l'ultima presenza dei due. L'auto non poteva essere scorta facilmente da chi percorre la strada statale.

Tramite una intervista a "Repubblica" Etienne fa sapere di come le cose si siano evolute dopo il furto e come, anche in questa brutta situazione, abbia scoperto il grande cuore del popolo napoletano. Fra gli organizzatori della colletta, infatti, anche il desiderio di istituire un premio a nome del ciclista francese che consenta di regalare bici ai bambini che appartengono a nuclei famigliari disagiati. Proviamo a rendergli meno amara la sua esperienza Domiziana, ricomprandogli almeno la bicicletta che ha un valore di 800euro. In poche settimane avrebbero raggiunto casa, sulla costa della Normandia, ma il sogno si è interrotto in un lido d Baia Verde.

Share