Reati informatici, la provincia è terza in Italia

Share

Nella città meneghina si registra la maggior incidenza di reati ogni 100mila abitanti (7.375 illeciti all'anno, che corrispondono a circa 650 al giorno), seguita subito dopo da Rimini (7.203). Imperia è terza in Italia (375 denunce ogni 100 mila abitanti), dietro solo a trieste (398) e Savona (390).

"È merito di un eccezionale lavoro di squadra tra prefettura, questura e carabinieri: l'attività di indagine e di regìa per dividersi il territorio, attraverso un lavoro di mappatura, è stata incisiva" continua de Pascale, aggiungendo anche che in corso c'è un piano di assunzioni del Comune per selezionare 50 nuovi vigili urbani (+25% dell'organico).

È quanto emerge da una ricerca elaborata in base alle statistiche inerenti il 2016 del Dipartimento della Pubblica sicurezza del Ministero dell'Interno, per il Sole 24 Ore.

Messina, la lista "Arcipelago" è out!
Quando alle 17 è stato depositato tutto, poiché il nostro delegato era al 13° posto, c'era tutta la documentazione necessaria. La lista è stata esclusa perché la documentazione venerdì scorso è arrivata in ritardo presso gli uffici elettorali.

In calo sono anche i furti di auto, in media 303 ogni giorno, anche grazie ai dispositivi satellitari che permettono di geolocalizzare e ritrovare la vettura. Anche la provincia di Lecce segue il trend nazionale con una diminuzione anche più sostanziosa pari al 12,05%. Dopodiché arrivano Verona (3.891), Rovigo (2.998), Vicenza (2.907), Treviso (2.418) e Belluno (2324). Furti, rapine, estorsioni, omicidi. Un dato simile a quello di Padova, mentre le confinanti Belluno e Treviso se la passano molto meglio in questo settore. Il generale arretramento riguarda quasi tutte le tipologie di illeciti - scippi, borseggi, effrazioni - ad eccezione delle truffe e delle frodi informatiche (che crescono del 4,5%) e dei casi di usura (+9% le denunce a livello nazionale).

Nella classifica provinciale delle denunce Genova si piazza al settimo posto in Italia con 5.307 denunce ogni centomila abitanti e un totale di 45.111 con un calo del 6,91% rispetto al 2015. Il calo piu' marcato, invece, si registra a Ravenna, dove i reati rilevati sono scesi del 18% nell'ultimo anno, seguita da Arezzo. "Dalle 4 province arriva quasi il 30% dei 2,5 milioni di denunce presentate l'anno scorso, a fronte di una popolazione poco sopra il 21% di quella nazionale".

Ad arretrare sono quasi tutte le tipologie di illeciti, ma è la sottocategoria dei furti in abitazione a segnare la flessione più accentuata: -9%.

Share