Messina, essiccavano la marjuana in casa: arrestati

Share

Ad attirare l'attenzione dei militari, è stato l'insolito via vai di alcuni tossicodipendenti, che si aggiravano nelle vicinanze di un palazzo nel centro storico di Molfetta. Ma la donna nascondeva anche altro. Forse per errore le porte si sono aperte e una delle due borseggiatrici è riuscita a scendere, mentre l'altra è stata trattenuta dai passeggeri. Il tutto pronto per essere immesso nel mercato locale, ove avrebbe fruttato un valore stimato di oltre 10.000 euro. Da un cassetto di un mobile della camera da letto, invece, sono saltati fuori 800 euro circa, in banconote di vario taglio, ritenuti il provento dell'attività di spaccio, oltre a 35 proiettili calibro 7.65. Tutto il materiale è stato sequestrato.

Agguato all'Arenella - Spari contro due fratelli, un morto e un ferito
Il fratello ferito è stato scortato in ospedale dagli agenti e ora è ricoverato a Villa Sofia . Uno di loro, Leonardo, di 36 anni, è rimasto ucciso all'istante, colpito alla testa.

I due arrestati, su disposizione del magistrato di turno presso la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina, sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari in attesa di essere giudicati con rito direttissimo.

Share