Da domani su Netflix l'attesissima "Suburra"

Share

Il male si mescola alla bellezza, i prelati al sesso e alla droga, la politica alla criminalità organizzata. Si tratta di 10 episodi basati sul film di Stefano Sollima e diretti da Michele Placido, Andrea Molaioli e Giuseppe Capotondi.

Suburra - La serie è un'esclusiva Netflix, dopo il film ecco sbarcare in tv la serie televisiva italiana del 2017, prequel dell'omonimo film del 2015, a sua volta ispirato dal romanzo omonimo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini.

Suburra: cast, trama e dettagli della nuova serie tv Netflix dall'alto tasso di... criminalità - Perfino il suono del nome suggerisce una certa assonanza con la serie tv di successo 'Gomorra', ma 'Suburra' non ha come sfondo la malavita della camorra bensì qualcosa di altrettanto criminale.

"Samurai", interpretato da Francesco Acquaroli. Oltre a Otto ritroviamo Spadino (Giacomo Ferrara), fratello dello zingaro Manfredi (Adamo Dionisi) e delle new entry come Lele (Eduardo Valdarnini), il figlio di un poliziotto della Roma bene che si trova invischiato in malaffari proprio con Otto e Spadino, Sara Monaschi (Claudia Gerini), revisore dei conti del Vaticano che organizza festini a base di sesso e il consigliere comunale Amedeo Ciniglia (Filippo Nigro), che in parte ricorda il politico interpretato da Pierfrancesco Favino nel film.

Palmer lascerà la Renault dopo il GP di Suzuka
Il pilota britannico è sempre stato considerato in bilico e dopo le qualifiche di Suzuka arriva la notizia dell'interruzione anticipata del suo rapporto col team francese .

La serie vuole essere una sorta di approfondimento dei temi già introdotti nel film che qui possono essere quindi approfonditi, insieme ai vari personaggi, grazie al maggior tempo a disposizione.

Siamo nel 2008, tre anni prima dei fatti raccontati nel lungometraggio di Sollima, i personaggi non sono quelli che conosciamo. Come gli altri personaggi anche lui finirà in un cono d'ombra da cui difficilmente si risale.

Pur essendo meno patinato del film per quanto riguarda la regia e la fotografia che per ora gioca moltissimo con la saturazione dei colori, i primissimi episodi di Suburra - La Serie comunque non deludono, tutto scorre veloce presentando, in maniera fumosa ma funzionale, i protagonisti che ci trascinano all'interno delle losche meccaniche e iniziano muoversi negli ambienti che intendono conquistare o dei quali diverranno vittime (o carnefici?). Non ci resta che aspettare ancora un po'. "Chi non lo sapeva non voleva vedere". Ma quando va in onda? Roma è ancora quella di Suburra: rigurgita bellezza e corruzione.

Share