Insigne sorpreso dal Napoli: "Non pensavo saremmo partiti così forte"

Share

Lorenzo Insigne ha parlato in esclusiva ai microfoni di Rai Sport dal ritiro della Nazionale a Coverciano.

Sulla partenza sprint del Napoli, primo in classifica: "Non ci aspettavamo una partenza così forte pur consapevoli delle nostre capacità".

Parentopoli in Parlamento: sottosegretario si dimette dopo il servizio delle Iene
Un incarico di natura fiduciaria che non prevede vincoli di orario lavorativo e anche per questo con una minima retribuzione'. Rossi ieri sera ha rassegnato le proprie dimissioni dal Governo.

Siamo rimasti tutti qui, uniti, con la speranza di fare un grande anno e di vincere qualcosa. L'attaccante del Napoli ha parlato anche della possibile soluzione di un 3-4-3 come schema anti Macedonia per la sfida di venerdi' prossimo a Torino. Ci stiamo provando. Il mister ci trasmette fiducia e sono stati fatti degli acquisti richiesti da lui, ci proveremo fino alla fine. "Siamo consapevoli che, qualsiasi squadra affronteremo nei play-off, dobbiamo vincere a tutti i costi perché l'Italia deve partecipare ai Mondiali per forza e cercheremo di dare l'anima sino alla fine". Però l'importante, quando stai in Nazionale, è scendere in campo e dare il massimo per l'Italia. Sarà accantonato (almeno momentaneamente) il 4-2-4 e dovrebbe essere adottato il 3-4-3. Al di là del ruolo, conta il risultato.

L'Italia dovrebbe scendere in campo con questo 11: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Zappacosta, Parolo, Gagliardini, Darmian; Verdi, Immobile, Insigne. Quello però è il passato, ora dobbiamo pensare alla Macedonia e ad una partita fondamentale per andare ai Mondiali. Un patto fra noi giocatori qui in Nazionale?

Share