Attentato a Marsiglia, uomo sgozza due donne gridando Allah Akbar

Share

Ha accoltellato due donne al grido di "Allah Akbar" alla stazione Saint-Charles di Marsiglia, uccidendole, prima di essere colpito a morte a sua volta dagli agenti accorsi nel frattempo. Delle due vittime, si apprende da Bfm-Tv, una sarebbe stata sgozzata mentre l'altra pugnalata allo stomaco. Sul terrorista si sa ancora poco, se non che avesse una ventina di anni, e fosse privo di documenti.

Terrore alla stazione di Marsiglia. La polizia conferma anche che l'aggressore ha gridato "Allah u akbar" prima di colpire le sue vittime, come riferito in precedenza dai testimoni. Dopo l'attacco, è scattato l'allarme in tutta la stazione ed è stato interrotto il traffico dei treni.

Scampia, maxi operazione anticrimine: in campo 700 uomini
La Guardia di Finanza ha concentrato la sua attenzione sull'abusivimo commerciale e la contraffazione di capi d'abbigliamento. I militari sono impegnati dall'alba in una vasta operazione di prevenzione anticrimine e di controllo del territorio.

"Mobilitazione totale dello Stato al fianco dei marsigliesi": questo il tweet del portavoce del governo francese, Christophe Castaner, dopo il duplice omicidio: "Il ministro dell'Interno si reca sul posto - continua Castaner - le nostre forze di sicurezza continuano con le loro operazioni". L'Isis non ha pubblicato per il momento alcuna rivendicazione.

Macron, 'indignato per atto barbaro' - Il presidente francese, Emmanuel Macron, si dice "profondamente indignato per l'atto barbaro" di oggi alla stazione di Marsiglia, dove due ragazze sono state uccise da un attentatore. Le indagini sono state assegnate alla Procura antiterrorismo che indaga sull'ipotesi di "omicidio a scopo terroristico, tentato omicidio di pubblico ufficiale e associazione per delinquere".

Share