Serie B, lo Spezia trova l'accordo con un ex rosa

Share

Accordo biennale con l'attaccante biellese, che era svincolato dopo l'ultima esperienza poco fortunata al Pescara.

Campione del mondo 2006, vincitore di una Champions, di una Supercoppa europea, di un Mondiale per club, di un Europeo Under 21 nel 2004 e di una medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Atene 2004: questo il palmarès di Alberto Gilardino, attualmente al 9/o posto nella classifica dei migliori realizzatori della Serie A di tutti i tempi, con 188 reti. Nel 2000 fu tesserato dal Piacenza, appena retrocesso in B, con cui giocò in Coppa Italia, prima di essere ceduto al Verona, in A. E ora si metterà subito a disposizione di Fabio Gallo. Al termine del contratto, l'attaccante vestirà i panni di dirgente del club ligure.

Hall, Rosbash e Young Nobel per la medicina 2017
Da allora fino al 1977 ha lavorato nell'università di Stanford e dal 1978 nella Rockefeller University di New York. Ha conseguito il titolo di dottorato nel 1970 al Massachusetts Institute of Technology di Cambridge.

Era stato solleticato da richieste arrivate da Oltremanica e Oltreoceano, forse nelle sue intenzioni c'era un finale di carriera con un ritorno in Serie A (nelle scorse settimane si era parlato dell'ipotesi Napoli o Torino), ma Alberto Gilardino, alla fine, ha spiazzato tutti e ha scelto la scommessa Spezia. "Una carriera esaltante per il primo campione del mondo della storia del club bianco che già questo pomeriggio sarà agli ordini di mister Gallo, pronto a "suonare il violino" sotto la Curva Ferrovia, come già fatto oltre 220 volte in carriera!". Indosserà la maglia numero 10 bianconera.

Share