Def, così Padoan copia Berlusconi e si lancia in promesse impossibili

Share

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, ha trasmesso un documento con le informazioni aggiuntive alle commissioni congiunte Bilancio di Camera e Senato, in cui si evince che la Manovra voluta dal governo potrebbe partire da una quota minima di circa 19,6 miliardi di euro. Ma Mdp non la voterà la relazione al Def, approvando pero' lo scostamento di bilancio. È quanto si legge nel documento, con tabella allegata, consegnato dal ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan alle commissioni Bilancio in vista dell'audizione sulla nota di aggiornamento al Def. Ma la Corte dei Conti mette in guardia su pensioni e lotta all'evasione e aggiunge: "Sarà una fase straordinariamente favorevole. Per questi motivi, dopo avere informato il presidente Gentiloni e il ministro Minniti, che apprezzo e ringrazio per la fiducia accordatami - ha concluso Bubbico - ho rassegnato le mie dimissioni dal governo".

Vi sono poi una serie di misure per sostenere la crescita economica, come il rifinanziamento del piano Industria 4.0 per incentivare gli investimenti delle imprese e la decontribuzione per l'assunzione dei giovani disoccupati, che richiederà uno stanziamento di 338 milioni nel 2018, 2,162 miliardi nel 2019 e quasi 4 miliardi nel 2020. Tra gli interventi ci saranno anche le "politiche per lo sviluppo che comprendono principalmente maggiori risorse per investimenti pubblici, da destinare sia alle amministrazioni centrali sia a quelle locali" a cui saranno destinati 300 milioni nel 2018, 1,3 miliardi nel 2019 e 1,9 miliardi nel 2020.

Nel dettaglio, le coperture arriveranno oltre che dagli spazi di deficit anche da 3,5 miliardi di tagli di spesa, compreso il miliardo l'anno a carico dei ministeri con la nuova spending review, e per 5,12 miliardi da nuove entrate, rappresentate da "misure allo studio che mirano a ridurre l'evasione di alcune imposte, in particolare le indirette".

Jim Carrey, la lettera shock della fidanzata suicida
Voglio che tu capisca che per quanto ti sembri una piccola cosa, rovina la vita di una ragazza". Il contenuto della lettera è molto forte e presenta precise accuse nei confronti di Jim.

Nel corso di un'audizione sulla Nota di aggiornamento al Def in Senato, il presidente della Corte dei Conti, Arturo Martucci, ha sua volta ha sottolineato che "Ogni arretramento" sulle pensioni "esporrebbe il comparto e quindi la finanza pubblica in generale a rischi di sostenibilità".

L'economia sommersa rappresenta "un freno strutturale allo sviluppo del Paese". "La significativa riduzione del rapporto tra il debito pubblico e il Pil nel medio termine è alla nostra portata", ha detto il vice direttore di via Nazionale Luigi Federico Signorini. Tuttavia, in questo momento il sentiero "pur sempre arduo, è un po' meno angusto che in passato, grazie alle favorevoli condizioni della congiuntura e dei mercati".

Share