Ryanair taglia 11 rotte: salve Alghero e Cagliari

Share

"La situazione è drammatica: nel periodo novembre-marzo Ryanair ridurrà il traffico aereo nello scalo di Trapani del 60% rispetto allo scorso anno" dice il direttore dell'Airgest, società che gestisce lo scalo, Giancarlo Guerrera. Deficit che ha portato alla soppressione improvvisa di centinaia di voli in tutta Europa.

[Fonte Corriere della Sera] - L'annuncio da parte della Ryanair in merito alla riduzione della flotta di 25 aerei comporta la sospensione di 34 rotte (11 in Italia). Ad avere la peggio è Trapani, dove salteranno i collegamenti con Parma, Genova, Roma e Trieste per quanto riguarda l'Italia, e quelli con Baden Baden e Francoforte in Germania, e con Cracovia. Eliminati anche i collegamenti Venezia-Amburgo, Venezia-Sofia, Pisa-Sofia e Palermo-Bucarest. E di fronte alla minaccia di un'azione legale, un portavoce di Ryanair si è affrettato ad annunciare un incontro coi vertici della Caa. Per la prossima stagione invernale che va da novembre fino a marzo, saranno cancellate 34 rotte per un totale di 18 mila voli soppressi. Saltano anche le rotte tra Venezia e Amburgo e Sofia; il collegamento tra Pisa e Sofia e quello tra Palermo e Bucarest.

Inter, niente turnover: nessuno ha schierato meno giocatori di Spalletti
Contro il Benevento non si può sbagliare, se si vuole restare attaccati alla testa della classifica. Bisogna prendersi un po' più di scomodo tenendo conto degli spazi stretti.

Lo scopo delle cancellazioni è evitare il caos che si è verificato alla fine di questa estate. Lo stesso vale se il tuo volo è previsto dopo il 24 marzo 2018: "verrà operato come da programmazione". In particolare, "l'Autorità contesta che le cancellazioni dei voli potrebbero configurare una violazione dei doveri di diligenza previsti dal codice, nella misura in cui sarebbero in larga misura riconducibili a ragioni organizzative e gestionali già note, e quindi non a cause occasionali e al di fuori del suo controllo o eventi non dipendenti da responsabilità del vettore, causando notevoli disagi ai consumatori". Non è stato, infatti, ancora rinnovato l'accordo di comarketing, per cui era già stata annunciata la gara, ed evidentemente Ryanair ha diminuito il numero dei voli non avendo gli incentivi che sono stati erogati in passato.

Share