Credit Agricole ha firmato, Carismi è salva

Share

I francesi di Credit Agricole hanno acquistato la Cassa di Risparmio di San Miniato, perfezionando anche l'acquisto delle Casse di Risparmio di Cesena e di Rimini.

"I miei personali ringraziamenti vanno a Crèdit Agricole Cariparma Spa per la grande dimostrazione di serietà ed efficienza, a tutte le Autorità che con determinazione hanno perseguito la realizzazione dell'operazione, a FITD Schema Volontario e a tutti i miei colleghi che tanto hanno lavorato in questi mesi complicati". E' quanto prevede un accordo quadro firmato oggi a Milano.

I crediti deteriorati, pari a 2,7 miliardi, verranno deconsolidati prima del closing grazie all'intervento del Fondo Atlante 2, che investirà 500 milioni di euro.

Arcore: cartelloni con gli auguri a sorpresa di Forza Italia a Berlusconi
Sveglia! Non è mai arrivato e non arriverà mai, perché soltanto noi possiamo davvero cambiare le cose. Lo scrive Silvio Berlusconi sulla sua pagina Facebook nel giorno del suo compleanno.

L'operazione prevede appunto l'acquisto da parte di Cariparma del 95,3% del capitale di ciascuna delle tre Banche, previa cessione, da completarsi prima del closing, di circa 3 miliardi di crediti deteriorati lordi. 2441, comma 5, del codice civile, per un importo di Euro 194 milioni inclusivo di sovrapprezzo, mediante emissione di n. 1.000.000.000 di nuove azioni ordinarie prive del valore nominale, godimento regolare, da riservare al FITD Schema Volontario ad un prezzo per azione di Euro 0,194, comprensivo di sovrapprezzo.

"L'accordo consente di tutelare i depositanti, salvaguardare l'occupazione e valorizzare le banche - si legge in un comunicato - Gli istituti potranno beneficiare dell'integrazione all'interno di un gruppo bancario solido e internazionale, con significative ricadute sull'economia dei territori di riferimento e sugli interessi dei diversi stakeholder coinvolti". Per la senior ci sarà un finanziamento ponte da 360 milioni da parte di un gruppo di banche, in attesa della cessione sul mercato con la garanzia statale Gacs.

Nell'ambito dell'operazione Carim è stata assistita per gli aspetti finanziari da Equita SIM S.p.A. e per gli aspetti legali da Nctm Studio Legale oltre allo studio Orrick. I restanti 286 milioni saranno ceduti fuori dalla cartolarizzazione, grazie all'intervento di Algebris.

Share