Uccise il figlio, Cassazione: "Niente ergastolo perché era adottivo"

Share

A stabilirlo è la Corte di Cassazione che ha accolto il ricordo della difesa di Andrei Talpis, 57enne di origine moldava, che la notte del 26 novembre 2013 ha ucciso il figlio. Il ragazzo era stato formalmente adottato dalla coppia in Moldavia.

"Sentenza annullata senza rinvio - hanno, infatti, dichiarato i giudici -". Ora, invece, si dovrà tenere un nuovo processo.

Questo basta a far cadere l'aggravante specifica che, in caso di omicidio tra discendenti, prevede il carcere a vita.

L'aggravante che aveva determinato la pena massima era la discendenza tra la vittima e il carnefice. Quindi ci sara' un'udienza a Venezia con la sola discussione sulla pena da applicare che non deve essere inferiore ad anni 16, come ha detto la stessa Corte di Cassazione.

Si ribalta con il camion e muore
In alternativa, si consiglia di utilizzare l'uscita della stazione autostradale di Monte San Savino . Il mezzo pesante è uscito di strada rovesciandosi.

Quella che a primo acchito potrebbe sembrare una grave ingiustizia è in realtà l'applicazione alla lettera del diritto del codice penale: a quanto si apprende dalla sentenza se il figlio adottivo è equiparato in tutto e per tutto a quello naturale nel diritto civile, tale equipollenza non sussiste all'interno del diritto penale.

Sull'imputato, in carcere dal 2015, pende inoltre l'accusa di tentato omicidio della moglie Elisaveta, sua coetanea e connazionale. Anche la Corte europea dei diritti umani, lo scorso marzo, condannò l'Italia a pagare alla donna 30 mila euro per non avere fatto abbastanza per proteggere lei e i suoi figli dalle vessazioni del marito. I giudici di Strasburgo avevano stabilito che "non agendo prontamente in seguito a una denuncia di violenza domestica fatta" dalla mamma del ragazzo, "le autorità italiane hanno privato la denuncia di qualsiasi effetto, creando una situazione di impunità che ha contribuito al ripetersi di atti di violenza, che alla fine hanno condotto al tentato omicidio della donna alla morte di suo figlio".

Quattro anni fa uccise il figlio, ma visto che era adottivo, l'assassino non può essere condannato all'ergastolo.

Il ragazzo - come ha comunicato il difensore di Talpis, avv.

Share