Il Codice antimafia è legge: equiparati corrotti e mafiosi

Share

Un tempo in cui si è registrato un contributo significativo della Commissione parlamentare antimafia e del Consiglio superiore della magistratura, in cui si sono moltiplicate le discussioni pubbliche, i dibattiti parlamentari e gli interventi sui giornali.

Già con il "pacchetto sicurezza" del 2008/2009 la confisca patrimoniale era stata estesa a reati non strettamente legati alla mafia tradizionale, legati alla criminalità organizzata straniera e all'immigrazione.

Particolarmente critica l'ala di Forza Italia, con il capogruppo Brunetta a sottolineare come con il nuovo ddl "siamo al 'panpenalismo'".

Per l'adozione delle misure di prevenzione è stato disposto il passaggio della competenza dal tribunale del capoluogo di provincia al tribunale del distretto, dove vengono istituite sezioni o collegi giudicanti specializzati, appunto, nelle misure di prevenzione.

Ma vediamo cosa cambia con il nuovo Codice antimafia. A provvedere materialmente al sequestro sarà ora la polizia giudiziaria (non più l'ufficiale giudiziario).

Alain Delon operato d'urgenza: bypass nell'arteria femorale
L'attore ha avvertito alcuni forti dolori alla gamba sinistra e alla schiena. "Senza di lei posso andarmene anche io". Alain Delon è stato ricoverato d'urgenza e operato al cuore: a rivelarlo è stato quest'oggi il settimanale Ici Paris .

Letteralmente l'ordine del giorno impegna il governo "in sede di prima applicazione della riforma del codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nell'ambito delle sue proprie prerogative, a mettere in campo tutti gli strumenti che riterrà opportuni ed efficaci al fine di monitorare e verificare le prassi applicative della legge, per quanto riguarda i destinatari delle misure di prevenzione personali e patrimoniali, con particolare riferimento agli indiziati di reato di associazione a delinquere finalizzata ai reati contro la pubblica amministrazione, con lo scopo di valutare l'impatto e l'efficacia delle nuove norme, anche ai fini di eventuali modifiche che si rendano necessarie, nonché, per quanto riguarda l'efficacia e la coerenza della applicazione della intera riforma, in particolare con riferimento al funzionamento dei nuovi istituti, al fine di garantire che la tutela della legalità e l'efficienza del sistema delle misure di prevenzione si realizzi nel pieno rispetto delle garanzie dei diritti dei cittadini e delle imprese". Quando non viene applicata la confisca si può avere l'amministrazione giudiziaria e il controllo giudiziario. Il controllo giudiziario, previsto per un periodo che va da un anno a tre anni, può essere chiesto volontariamente anche dalle imprese che abbiano impugnato l'informazione antimafia interdittiva di cui sono oggetto. Il governo dovrà disciplinare un regime di incompatibilità da estendere ai curatori fallimentari: stop a chi ha parentela, affinità, convivenza o assidua frequentazione con uno qualunque dei magistrati dell'ufficio giudiziario che conferisce l'incarico.

Cambia la procedura di nomina e revoca dell'amministratore giudiziario di beni confiscati: l'incarico non potrà essere dato a parenti né a "conviventi e commensali abituali " del magistrato che lo conferisce.

La riforma istituisce inoltre una forma di sostegno verso le aziende sequestrate, con un fondo da dieci milioni per favorire la prosecuzione dell'attività con la salvaguardia dei posti di lavoro.

Insomma una vera rivoluzione che vedrà anche una riorganizzazione dell'agenzia nazionale per i beni confiscati alla mafia: 200 persone faranno parte della squadra e la struttura rimarrà sotto la sorveglianza del Ministero dell'Interno. La sede centrale sarà a Roma e avrà un direttore che si occuperà dell'amministrazione dei beni dopo la confisca di secondo grado. Ridefiniti i compiti, potenziata l'attività di acquisizione dati e il ruolo in fase di sequestro con l'obiettivo di consentire un'assegnazione provvisoria di beni e aziende, che l'Agenzia può anche destinare beni e aziende direttamente a enti territoriali e associazioni.

Share