Scontro tra rom e residenti a Guidonia: 31enne ferito durante una sassaiola

Share

Un centinaio di persone in tutto si sono ritrovate in strada a seguito di un diverbio nato quando alcuni residenti hanno apposto sulla carreggiata dei sacchetti di plastica riempiti di pietre nel tentativo di fermare un furgone che stava compiendo pericolose manovre automobilistiche a forte velocità.

Una notte di alta tensione ad Albuccione, frazione di Guidonia, dove si è consumata una vera e propria guerriglia urbana fra i residenti e gli abitanti di un campo nomadi presente nella zona. Si è scatenata poi una sassaiola tra i cittadini e i rom del campo nel quale un romano di 31 anni è rimasto lievemente ferito.

Licata, minacce al commissario Brandara La prefettura le assegna d'urgenza la scorta
Minacce che hanno creato ansia e paura non soltanto nella vittima delle minacce, ma anche negli altri dipendenti dell'ufficio. Il sindaco Cambiano voleva attuare quei decreti ma contro di lui si sono rivoltati i cittadini di Licata .

Secondo quanto riscontrato fino ad ora, la causa dei disordini sarebbe stata la manovra azzardata di un furgone con alla guida un nomade slavo. Sul posto sono intervenuti carabinieri e polizia. Ad intervenire i carabinieri di Guidonia, i poliziotti del commissariato di Tivoli e del Reparto Mobile.

Sul posto sarebbe arrivato anche il sindaco per cercare di calmare le acque ieri notte. L'uomo al volante del furgone che ha scatenato i tafferugli, un 46enne, è stato rintracciato dalla radiomobile di Tivoli in una via nei pressi del luogo degli scontri (Via Fratelli Gualandi, in zona Castel Arcione di Guidonia), venendo denunciato dai Carabinieri per porto abusivo d'arma, essendo stato trovato in possesso di un tirapugni, un manganello e, addirittura, un'accetta. Sassi e molotov sono stati lanciati contro l'accampamento al punto da far divampare fiamme altissime.

Share