Milik, altro infortunio al legamento crociato, domani sarà operato

Share

Negli ultimi tempi, altri giocatori della Serie A, come Christian Maggio, Mattia Perin, e Luca Paganini si sono trovati in una situazione simile a Milik. Dover ripartire ancora da zero è un colpo difficile da digerire per un atleta, questa forse per Milik sarà la sfida più impegnativa - lo sguardo perso al momento dell'infortunio, che il polacco ha subito capito sarebbe stato grave, parla più di mille parole. Si valuta l'ipotesi Inglese, che sembra la più probabile. A venir meno sarà piuttosto l'alternativa, il modo di cercare di rendere più pesante la squadra in attacco negli ultimi minuti quando le cose sono da mettere a posto. Secondo il tecnico partenopeo, l'infortunio di Milik potrebbe attribuirsi anche alle condizioni del terreno. Sarri coglie l'occasione per rispolverare una polemica a lui cara: quella sul calendario troppo fitto di impegni tra club e Nazionali nonché la questione della manutenzione pessima di molti campi da calcio nostrani. Per il Napoli si ripresenta la grana attaccante: Dries Mertens è l'unico nueve presente in rosa, ma il belga non può assolutamente disputare tutte le partite delle tre competizioni fino a gennaio. "Un'attività che fattura sui 2 miliardi di euro l'anno non può avere uno strumento di lavoro non all'altezza".

Violenza sessuale in pieno giorno, orrore a Porta Capuana
Nuovo caso di stupro , questa volta avvenuto a pochi passi dal centro storico di Napoli . La donna è stata trasportata al Loreto Mare per le cure mediche.

Napoli, Sarri sfata il luogo comune sul turnover? Siamo tutti lì per lui. Gli esami purtroppo hanno confermato quel che si temeva. "Vuol dire che cambiamo, ma il luogo comune continua a dire che Sarri non cambia". Ho visto che la porta era aperta, mi sono girato ed ho tirato. L'ex genoano però non riesce ad ambientarsi, Mertens ne approfitta e neanche il rientro di Milik gli toglie spazio, come evidenziato dai numeri: 20 partite da titolare per Mertens, 3 per Pavoletti e 2 per Milik, che in campionato non parte mai dal 1'. "Ounas è un potenziale, ma deve inserirsi al meglio negli schemi".

Share