Fincantieri attende novità su Stx dal vertice Italia-Francia

Share

Parigi, 27 set. (AdnKronos) - L'accordo 'equilibrato' tra Francia e Italia per risolvere il contenzioso Stx France - Fincantieri prevederebbe che il gruppo italiano rilevi una quota del 50% della società francese che gestisce i cantieri di Saint Nazaire con l'aggiunta di un 1% per dodici anni che darebbe così il controllo a Fincantieri. Il 2% sarà suddiviso fra i dipendenti, mentre il restante 33% allo Stato francese. "La questione del navale militare e' un dossier ancora piu' complicato e probabilmente prematuro", spiega una fonte vicina al dossier all'Adnkronos. Secondo quanto riferito ieri da 'La Tribune', il gruppo industriale francese Naval Group (ex Dcns) che e' uno dei principali costruttori navali europei e che opera nel setttore dei sistemi di difesa, potrebbe infatti entrare nel capitale sociale di Stx France. Dopo settimane di tensione i negoziati sembrano ormai orientati verso una larga alleanza tra Naval Group, Stx France e Fincantieri, per un giro d'affari combinato di 9 miliardi di euro. "Serve una visione che guardi ai mercati globali e alle prospettive del settore". Accordo praticamente definito, quasi firmato in tutti i suoi dettagli e che poggiava sull'indiscussa leadership industriale di Fincantieri oltre che sulla tela diplomatica ordita nel corso dei mesi tra l'Italia e la Francia dell'allora presidente Hollande. Costruire un grande polo civile e militare non si fa in un giorno.

Anche l'Nba contro Trump, Curry: "Non andremo alla Casa Bianca"
Le parole dell'inquilino della Casa Bianca hanno provocato la reazione compatta della principale lega professionistica a stelle e strisce.

Negli stessi termini si è espresso stamane a Milano il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, dicendosi fiducioso che una soluzione verrà trovata nel vertice di domani. Ma il governo di Roma non aveva fatto i conti con il cambio al vertice dell'esecutivo di Parigi.

Share