Roma, Gandini confessa: "Vogliamo lo scudetto"

Share

Cosi' Umberto Gandini, ad della Roma, ai microfoni di "Radio Anch'io Sport". Con l'Inter giocammo bene ma il risultato non ci premiò.

"Assolutamente sì. Non sono d'accordo sulla partenza sofferta, perché non l'abbiamo vista così". A Roma c'è attenzione attorno a quello che succede alla squadra, è un tema da tenere sotto controllo. Noi giochiamo per fare il nostro meglio in assoluto. La Roma corre "per vincere il campionato. Non ci nascondiamo, giochiamo per arrivare davanti agli altri".

'Ndrangheta, maxi blitz con 27 arresti
In tutto sono 27 le misure cautelari: 21 in carcere, 3 ai domiciliari e 3 interdittive. Molto attento ai social network, Mazza ama comunicare servendosi di Facebook.

"Non sono in grado di fare paragoni, ognuno ha le sue caratteristiche. Il tecnico è molto determinato, ci accomuna il forte desiderio di vincere".

"Monchi è arrivato nel finale di stagione, ha lavorato con Spalletti prima, poi è partita la sua squadra". Ha l'esperienza di risultati importantissimi a Siviglia, club che è diventato importante grazie a lui. Tante cessioni? Ormai tutti arrivano a vendere giocatori, ci sono motivazioni diverse per le quli avviene. Anche in quel caso i tifosi olandesi avevano il divieto di sbarcare nella Città Eterna, ma ovviamente il blocco venne ignorato, mettendo piede nel Bel Paese. Questo verrà limitato dalla crescita dei ricavi. Sarà difficile anche per noi, abbiamo un viaggio molto lungo da affrontare e l'avvicinamento alla sfida di San Siro non è ideale. "La cosa più importante è che la squadra sia stata costruita bene, lavora bene, l'allenatore è ciò che ci aspettavamo, attento e dedicato al lavoro, ha portato la squadra ad esprimersi bene". Francesco si è completamente calato in questo ruolo, è vicino alla squadra. Il dirigente giallorosso festeggerà i suoi 41 anni con la famiglia. Obiettivo ottavi in Champions? Abbiamo davanti un percorso che prevede la Champions e l'obiettivo è qualificarci. Non sarebbe un fallimento non riuscirci. "Sa, come lo so io, che deve portare a casa risultati". "Dipende moltissimo negli scontri diretti, dando per scontato (e non lo è) che tutti facciamo punteggio pieno contro il Qarabag, gli scontri diretti saranno determinanti". Urge una riforma: a quando il ritorno della Serie A a 18 squadre? Sono state giocate 6 giornate e c'è una tendenza a vedere il campionato spaccato in tronconi. Allo stadio sono previste circa 40mila persone che non vorranno perdere l'occasione di ammirare ancora le magie di questi campioni che hanno fatto la storia del calcio. "A parte la Juventus, tutti in Italia siamo alla ricerca di fondi nuovi che abbiamo individuato nello stadio". Lo stadio di Atlanta è un esempio di investimento privato sostenuto anche da autorità locali. Questa settimana si aprirà la Conferenza dei Servizi che dovrebbe durare 90 giorni. "Ci sarà sicuramente una reazione dopo la sconfitta di ieri, ci sarà pressione su Montella e squadra". Era troppo tempo che c'era una differenza tra chi vedeva la gara in tv e l'arbitro. "In linea generale, è un ausilio molto importante".

Share