Morbillo, 42enne muore in Sicilia È la quarta vittima da inizio anno

Share

Il caso si è verificato in Sicilia nella settimana 18-24 settembre ed è stato notificato il 20 settembre dalla Asl di Catania.

Nel 2017 i casi di morbillo in Italia sono stati finora 4575 a fronte degli 800 dell'anno precedente.

Gli esami specifici confermano la diagnosi di morbillo (PCR positiva). Un bilancio che desta forti preoccupazioni. Ben l'88% dei pazienti non era vaccinato, il 6% con 1 sola dose. Ma le percentuali non terminano qui: circa Il 35% ha presentato almeno una complicanza. La maggior parte dei casi (74%) è stata segnalata in persone di età maggiore o uguale a 15 anni l'incidenza maggiore si è verificata nei bambini sotto l'anno di età 300 casi segnalati tra operatori sanitari. L'età media dei casi è di 27 anni.

Terremoto, la denuncia del sindaco di Amatrice: "Dagli Sms neanche un euro"
Pirozzi ha portato un nuovo esempio, parlando di uno dei progetti finanziati: "Collevecchio è un comune fuori dal cratere". Una dichiarazione che ha riacceso alcune vecchie polemiche sulla gestione dei fondi per la ricostruzione.

"E' incredibile commentare ancora queste notizie di morti di morbillo in seguito alla scelta di non vaccinarsi".

Il 42enne, che a quanto pare non si sarebbe sottoposto al vaccino perché immunodepresso, ha iniziato ad accusare i primi malori l'8 settembre scorso: il primo sintomo sarebbe stato la febbre alta per poi, poco dopo - esattamente il 10 settembre - comparire l'esantema. "E' evidente - conclude Lorenzin - che le due notizie sono strettamente correlate".

Share