Pensioni, sindacati al governo: "Stop all'aumento dell'età"

Share

Il dibattito sulle pensioni si riapre e i sindacati - Cgil, Cisl e Uil - hanno presentato una proposta unitaria al governo in tema di previdenza. I sindacati chiedono il blocco dell'adeguamento all'aspettativa di vita, previsto per il 2019 (a 67 anni) e che al contempo "si avvii un tavolo di studio per individuare un nuovo criterio che rispetti le diversità e le peculiarità di tutti i lavori". Per sostenere le future pensioni dei giovani, i sindacati propongono l'utilizzo di uno strumento che, valorizzando la storia contributiva dei lavoratori, ne sostenga il futuro reddito previdenziale e, contemporaneamente, che si superino gli attuali criteri previsti nel sistema contributivo, una vera e propria penalizzazione per i lavoratori con redditi più bassi.

Su quest'ultimo punto, infatti, ritengono che l'Ape social non sia sufficiente: "occorre una misura più ampia con il riconoscimento di un anno di anticipo per ogni figlio, fino a un massimo di tre, e il riconoscimento di un bonus contributivo per i lavori di cura, al fine di migliorare le pensioni delle donne".

I sindacati chiedono la riduzione di un anno per ogni figlio, fino ad un massimo di tre anni, del requisito contributivo per l'accesso all'Ape sociale.

"Il confronto in corso sulla 'fase due' - dicono i sindacati - pur avendo fatto registrare alcuni, parziali, elementi di avanzamento, al momento sta evidenziando significative distanze, anche su elementi particolarmente rilevanti, distanze che il proseguimento del negoziato ci auguriamo possa far superare".

In questo modo, per ottenere la pensione di vecchiaia, con una maggiorazione di 4 anni basterebbero 16 anni di contributi effettivi e per ottenere la pensione anticipata 38 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 37 anni e 10 mesi per le donne.

Google ufficializza l'acquisizione di HTC: si punta sull'hardware
HTC non perderà i diritti sul brand , ma cederà a Google la divisione mobile e parte della divisione hardware. Google perfeziona l'acquisto di HTC , a fronte di un corrispettivo di 1. 1 miliardi di dollari .

Il coefficiente di trasformazione, difatti, è la cifra (espressa in percentuale) che "trasforma" il montante contributivo (cioè la somma dei contributi) in assegno di pensione, e cresce all'aumentare dell'età.

Una delle novità in tema di pensioni introdotte dalla scorsa Legge di bilancio è stata quella del cumulo contributivo gratuito, che però ancora non si può utilizzare per accedere a Opzione donna e all'ottava salvaguardia degli esodati. Per i sindacati, "occorre operare, finalmente, una separazione contabile della spesa previdenziale da quella assistenziale al fine di dimostrare che la spesa per Pensioni, in Italia, e' sotto la media europea".

Emanazione del decreto di semplificazione delle procedure per il pensionamento in caso di lavoro usurante.

Favorire una rapida approvazione della legge di riforma della governance degli Enti previdenziali, che affermi un vero sistema duale con una più precisa ed efficiente ripartizione dei poteri tra l'attività di gestione e l'attività di indirizzo strategico e di sorveglianza.

Share