Morto Bersellini: con lui arrivò la Coppa Italia 84/85

Share

Il calcio italiano e il mondo degli allenatori perdono una delle figure più significative e amate di sempre.

Si è spento oggi a Prato, in Toscana, Eugenio Bersellini.

L'Inter ha espresso il suo cordoglio con un tweet: "Ci lascia a 81 anni l'ex allenatore dei nerazzurri: vinse uno Scudetto e due Coppe Italia". Il suo debutto risale agli anni '60. Nel 1975 passa alla Sampdoria per poi far il salto all'Inter del presidente Ivanoe Fraizzoli. Quindi le proficue e vincenti esperienze alla Sampdoria, in due riprese, la seconda delle quali durante la prima era Mantovani, allenando i giovani Roberto Mancini (con il quale non mancò qualche contrasto) e Gianluca Vialli, vincendo una Coppa Italia, e con l'Inter, club con cui Bersellini conquistò lo scudetto nel 1980 e due Coppe Italia, nel 1978 e nel 1982.

Montesilvano, entra nel pub e spara con il fucile: ucciso un 21enne
I militari dell'arma hanno già acquisito le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza presenti nella zona. Mi sono subito abbassato. È stato tutto rapidissimo, subito dopo il killer è andato via con la stessa calma.

Era l'Inter di Altobelli e Beccalossi, di Oriali e Bordon, epiche le sfide soprattutto con la Juventus. Nella stagione successiva, Bersellini affronta per l'unica volta nella sua carriera il cammino in Coppa dei Campioni.

"La Fiorentina piange la scomparsa di Eugenio Bersellini, il 'Sergente di ferro' del calcio italiano".

Share