M5S attacca Lega e Renzi: "E' il teatrino degli ipocriti"

Share

Due miliardi che potevano essere spesi qui, andranno a quelle due città.

All'apertura di una nuova lezione della Scuola di politica Pier Paolo Pasolini del Partido democratico, al segretario Matteo Renzi è stato presentato una ragazzo sedicenne, fresco di iscrizione, che per partecipare all'evento ha saltato le lezioni di scuola. "E a me fa male vedere Parigi che gode, Los Angeles che gode, e Roma che piange ferma nel suo immobilismo", ha detto Renzi. Certo, i grandi eventi fanno paura per il rischio che qualcuno rubi, ma se per paura di chi ruba anziché arrestare i ladri, arresti le opere pubbliche, interrompi un sogno di un'intera generazione. "Ma allora stiano più attenti a chi scelgono".

No alla paura, lo Ius Soli diventi una grande festa della cittadinanza
Senza non ci sono i numeri dato che una parte della maggioranza -che pure aveva votato il testo alla Camera- ha cambiato opinione", ha spiegato Orfini.

Dicono di no perché hanno paura dei corrotti.

Renzi ha voluto anche toccare il tema della sconfitta al referendum costituzionale con le relative dichiarazioni di voler abbandonare la politica: "mi hanno fatto cambiare idea", - ha spiegato l'ex premier - in molti mi hanno convinto a ritornare, a rimettermi nuovamente in gioco, per il futuro dei nostri figli. Oggi succede una cosa mai successa in Italia, per mano di una parte della magistratura che prova a mettere fuori legge un partito che rappresenta milioni di cittadini. "Renzi se ne facesse una ragione, pensasse ai veri problemi del Paese e a come i suoi parlamentari siano pronti a incassare le pensioni privilegiate nonostante le promesse estive".

Share