Torino - Maxi operazione antidroga, 33 arresti

Share

Un vecchio stabile occupato, nel cuore di Torino, trasformato in un magazzino all'ingrosso del fumo.

L'indagine dei carabinieri della compagnia Oltre Dora è iniziata nel maggio 2015 e ha permesso di notificare un'ordinanza di custodia cautelare in carcere a 17 persone, di cui 14 marocchini e 3 italiani, e un divieto di dimora ad altri 3 marocchini. Oltre a lei, sono infatti 32 le persone che i carabinieri hanno arrestato per vario titolo: si passa dalla produzione e detenzione al traffico di sostanze stupefacenti. La droga arrivava direttamente dal Marocco. Studenti minorenni, prima e dopo la scuola, operai, liberi professionisti erano i clienti abituali del gruppo criminale italo-marocchino che amministrava e governava lo spaccio della droga in Piazza della Repubblica. "Lo stabile di via Lanino era stato occupato e veniva usato con disinvoltura, ma questa operazione dimostra come non esistono zone franche in città". Il motivo? La donna, arrestata, è stata sorpresa dai militari ad acquistare un quantitativo davvero rilevante di hashish, ben 4 chili.

Apple svela iPhone X, lo smartphone che riconosce le persone
I due nuovi iPhone 8 e iPhone 8 Plus saranno disponibili nelle seguenti colorazioni: Argento , Grigio siderale e Oro . In alcuni casi sarà data la possibilità di invio al proprio domicilio senza il pagamento di spese aggiuntive.

"Quello della droga è un mercato che non sembra andare in crisi e tra i clienti ci sono sempre più ragazzini molto giovani - spiega il comandante provinciale dei carabinieri di Torino, colonnello Emanuele De Santis -".

Delle vedette lo controllavano 24 ore su 24 e, al suo interno, la droga veniva raffinata, preparata e smerciata a pusher di tutto il Piemonte.

Share