Montesilvano, entra nel pub e spara con il fucile: ucciso un 21enne

Share

"Non sappiamo niente", dice ai cronisti la madre del giovane, arrivata in lacrime davanti al locale. E' questa una delle ipotesi su cui stanno lavorando i Carabinieri della locale Compagnia e del Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Pescara, impegnati per ricostruire l'accaduto. Erano da poco passate le 2.50, quando Antonio Bevilacqua era seduto ad un tavolino, con amici, al Ristobar "Birrami" in Via Verrotti, quando ha fatto il suo ingresso nel locale un uomo con il volto coperto da un passamontagna ed armato di fucile, che si è avvicinato ed ha sparato un colpo solo, puntando il viso di Bevilacqua che stando alle testimonianze raccolte, sarebbe morto sul colpo.

"Stavo spillando la birra, quando ho sentito un botto". Era nel mio locale da un'oretta quando è entrato l'assassino. Mi sono subito abbassato. È stato tutto rapidissimo, subito dopo il killer è andato via con la stessa calma. Da escludere che il delitto sia stato commesso escluso in relazione alla gestione di attività illecite o a conflitti tra bande rivali: la vittima viene descritta come un bravo ragazzo. "Non veniva qui spesso".

Jim Carrey: sarà protagonista della serie comedy "Kidding" di Michel Gondry
Il risultato è un uomo gentile, alle prese con un mondo crudele, che inizia lentamente a impazzire, con risultati esilaranti e tristi.

Montesilvano - Ventunenne ucciso a colpi di fucile in un pub. L'assassino avrebbe agito con un fucile e il giovane, secondo le prime informazioni, sarebbe stato colpito al volto. Al momento dell'omicidio, secondo gli accertamenti dei Carabinieri, nel pub c'erano una decina di persone. I militari dell'arma hanno già acquisito le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza presenti nella zona.

Share