Eurobasket 2017: stasera Italia-Serbia, Spagna-Slovenia che semifinale

Share

Ultima partita da ct per Ettore Messina. Terza frazione orgogliosa degli uomini di Messina ma il vantaggio rimane comodo per la Serbia sul 48-59. Djordjevic si gioca la carta Marjanovic e i 223 cm del gigante dei Detroit Pistons spaccano in due la partita. "Coesione, dignità e impegno ci hanno accompagnato dal 21 luglio".

La ripresa testimonia che l'Italia ha gettato la spugna: Lucic e Marjanovic ci scappano via per il 54-40.

IPhone 8 avvistato su Antutu: CIAONE proprio
Inoltre, il teleobiettivo dell'iPhone X ha un'apertura focale di 2.4, contro l'apertura focale di 2.8 di quello dell'iPhone 8 . Come detto, il design dell'iPhone 8 è identico a quello dell'iPhone 7 e anche le dimensioni sono molto simili.

EuroBasket 2017: Serbia batte Italia 67-83 - Nel terzo quarto l'Italia continua la sua pessima serata da 3 punti (0/8 nel quarto) ma riesce a chiudere un tesissimo 3° quarto sul 15-15: MacVan è una spina nel fianco ma Bogdanovic è impreciso da 3 e gli azzurri si affidano alla verve di Aradori e Paul Biligha dalla panchina per mantenere il -11 di svantaggio. Eppure, con il vantaggio serbo che raggiunge anche il +15, la squadra di Messina prova almeno a non aggravare il distacco. Nel finale del quarto, la Serbia si riporta in vantaggio di 9 punti, grazie alle giocate di Jovic, che, però, è costretto a lasciare il campo a causa di un infortunio alla caviglia. Ma è però bravissimo a procurarsi falli, per cui anche la precisione nella lunetta farà la differenza. E forse questo è il vero problema. Le due semifinali del torneo di quest'anno saranno Slovenia-Spagna e Russia-Serbia. Abbiamo fatto un grande lavoro sul loro migliori attaccanti Belinelli e Datome. Difficile, anche se un altro obiettivo incombe: le qualificazioni al Mondiale 2019 in Cina. Si inizia il 23 novembre con Italia-Romania. Dello stesso parere è anche il centro Marco Cusin: "Bisogna mettere pressione sui passatori per isolarlo".

RUSSIA-GRECIA. Ad aspettare la Serbia c'era già andata la Russia, capace di rimontare in maniera sontuosa la Grecia.

Share