CHIKUNGUNYA / è allarme nel Lazio

Share

Ci sono 20 nuovi casi di Chikungunya nel Lazio. A tranquillizzare la popolazioni interviene anche il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti: "Il Centro nazionale Sangue ha garantito la fornitura di sangue in meno per quello che ci sarà inevitabilmente rispetto al blocco delle donazioni deciso mercoledì, quindi non ci saranno problemi per la rete sanitaria".

La Chikungunya (CHIKV) è una malattia di origine virale, causata da un virus che appartiene alla famiglia delle Togaviridae (Arbovirus), del genere degli Alphavirus. Diversi casi sono stati registrati in Francia a fine agosto e lo scorso anno in America ci sono stati 350 mila casi sospetti e 150 mila confermati. Un altro caso si é verificato invece in provincia di Modena, A Casinalbo di Formigine, e riguarda un residente. La confusione però è molta e il rischio è che venga messa in discussione la sicurezza delle donazioni, soprattutto in questo momento in cui proprio a Roma potrebbero venire a mancare circa 200, 250 sacche di sangue, quelle che vengono raccolte dalle donazioni della Asl Roma 2. Alcune delle unità sono state già inviate, mentre delle altre è in via di organizzazione il trasporto.

L'obiettivo è raccogliere 500 unità di sangue alla settimana per tutto il periodo dell'emergenza Chikungunya, da destinare alla capitale. Lo rende noto la Regione. "Sia nel Lazio che nelle altre Regioni, è già partita una gara di solidarietà, che coinvolge sia le istituzioni che le associazioni dei donatori, che saranno coinvolti in una serie di raccolte straordinarie per aiutare il Lazio". "Anche questa volta, come tante altre in passato - osserva Alberto Argentoni, presidente di Avis nazionale - i donatori moltiplicheranno il loro impegno di solidarietà, programmando le donazione e rispondendo alle chiamate delle nostre sedi e dei centri trasfusionali". "Ringraziamo per la pronta collaborazione dimostrata tutte le Associazioni dei Donatori Sangue che si sono immediatamente attivate nel fornire informazioni ai donatori e che si sono rilevate pronte a lavorare tutti insieme per affrontare questa emergenza".

L'ultima funzione di WhatsApp è sorprendente: arriva il "Cancella per tutti"
La nuova feature, definita come " Cancella per tutti ", è attualmente in fase di test sia per i dispositivi Android che per quelli iOS.

Per la diffusione del Chikungunya virus è maxiemergenza.

Intanto, il Centro europeo per il controllo delle malattie ha innalzato l'allarme sui focolai di infezione da Chikungunya nel Lazio. Altri sintomi sono la febbre, improvvisa e con picchi anche molto alti, il mal di testa, cefalee o comunque disturbi nella zona delle tempie e sensazione di affaticamento. Assicurano di no, dopo il braccio di ferro sulla disinfestazione tra Regione, Ministero e Comune si è provveduto.

Share