Migranti, Juncker rende omaggio all'Italia: "Ha salvato l'onore dell'Europa"

Share

E a proposito di uno dei temi che hanno a lungo incrinato i rapporti tra paesi membri e che infiammano i dibattiti nazionali degli ultimi mesi, quello delle migrazioni, il presidente della Commissione ha chiarito che per l'autunno sarà avviata un'iniziativa per "intensificare i rimpatri" di coloro che non hanno diritto alla protezione internazionale. "Abbiamo una finestra di opportunità, che però non durerà per sempre", ha continuato Juncker davanti alla plenaria del Parlamento europeo. "Sono atterrito dalle condizioni inumane che prevalgono nei centri di accoglienza". Lo dice il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker, a Strasburgo nel discorso sullo Stato dell'Unione. E ancora: "Non potete inoltre continuare a offendere i nostri stati definendoli fascisti e nazisti, l'Ue è un continente di democrazie mature, chi le offende si preclude la via all'Ue".

"I bambini in Romania e in Italia devono avere lo stesso accesso alle vaccinazioni come in altri paesi dell'Ue senza se e senza ma". "In questo l'Ue ha una responsabilità comune". Nel mediterraneo l'Italia ha salvato l'onore dell'Europa.

In gran parte del discorso Juncker si è concentrato sulla situazione economica dell'Unione europea: "Un anno fa non eravamo in buono stato ma ora il vento è di nuovo nelle nostre vele", ha affermato ricordando che l'Europa è di fronte al "quinto anno di crescita economica", con dati simili a quelli dell'economia degli Stati Uniti e con l'occupazione ai livelli massimi da nove anni a questa parte. Ha richiamato il valore delle vaccinazioni: "Non è possibile - ha detto - che dei bambini muoiano per malattie che dovrebbero esser scomparse". "L'Ue - ha detto - conterà più di 27 membri ma tutti gli Stati che vorranno aderire dovranno mettere in primo piano lo stato di diritto". E sempre in tema di trasporti sostenibili, si è augurato che "i costruttori investano sulle auto pulite, che sono quelle del domani" e ha ammonito le case automobilistiche a "non ingannare i consumatori". "Non ci devono essere morti evitabili nella nostra Europa". Questo non significa che serve un nuovo ufficio, ha chiarito il presidente, ma basta un commissario che assuma questo ruolo, senza "strutture parallele". "Ankara si allontana a passi da gigante da molto tempo". "L'Ue è male attrezzata contro i cyber-attacchi, che sono stati oltre 4mila lo scorso anno e che hanno colpito l'80% delle aziende europee", ha spiegato il presidente della Commissione.

Il Ministro Fedeli apre all'uso degli smartphone in classe
Ora abbiamo capito! Ora è chiaro perché i ragazzi usciti dalle medie non sanno dove sia Savona... "È uno strumento che facilita l'apprendimento, una straordinaria opportunità che deve essere governata .

Juncker parla poi di Brexit, definendola "un momento triste e tragico".

"Il futuro dell'Europa non può essere dettato dall'alto", ha detto Juncker, introducendo così la sua proposta di "sesto scenario" per il futuro dell'Unione europea dopo aver presentato a marzo scorso il libro bianco con cinque scenari senza proporre preferenze. "Lo rimpiangeremo sempre e voi lo rimpiangerete presto", ha aggiunto rivolgendosi a un gruppo di eurodeputati britannici che avevano iniziato a rumoreggiare in aula.

Share