Fca, Marchionne: "Finchè ci sarò io nessuno scorporo Alfa-Maserati"

Share

L'amministratotre delegato del gruppo automobilistico italo-statunitense è stato chiaro nel fornire precise indicazioni sul futuro di Fca e nello smentire alcune indiscrezioni o speculazioni che hanno portato le azioni a divenire assolute protagoniste di Piazza Affari in un periodo come quello estivo tradizionalmente privo di spunti di rilievo per le società soprattutto ad alta capitalizzazione. "Bella domanda. Non lo so, non si possono fare pronostici per i prossimi due anni". I risultati stanno arrivando, il calo delle vendite in America è totalmente previsto, abbiamo ridotto in maniera drastica le flotte. Di fatto, sia Maserati che Alfa Romeo sono entità ancora molto immature e ci vorrà del tempo prima di poter rendere possibile e fattibile lo scenario di un possibile spin-off. "Capisco benissimo il concetto di staccarsi dal mass market come premium, il concetto non fa una piega, ma il momento è sbagliato, non siamo nelle condizioni di farlo". Se c'e' un'opzione per farlo sara' di sicuro dopo di me, dopo che me ne vado io. "Quindi calmiamoci, non succederà fin tanto che ci sarà Marchionne".

ECA, Malagò: 'Agnelli presidente? Juve club quasi unico al mondo'
Il neo presidente ha ringraziato Rummenigge: "E' un grande onore succedergli in questa carica, diventando presidente di Eca per il prossimo ciclo".

"Il gruppo italo-americano continua a pagare la diffidenza del mercato nei confronti degli obiettivi quinquennali annunciati dal management e il forte grado di indebitamento, anche se a nostro avviso Fiat Chrysler è sulla buona strada per realizzare i target stabiliti dal piano aziendale per il 2018 (margine Ebit tra il 5,5% e il 6,7% e un picco dei ricavi a quota 136 miliardi di euro)". Vari analisti stimano il potenziale del titolo fra i 14 di Morgan Stanley e e i 20 euro di Goldman Sachs ma al di là dei numeri un po' tutti scommettono sulla capacità di Marchionne di estrarre ancora valore grazie nuovi spin-off dopo quelli di Cnh Industrial, Ferrari e delle attività editoriali. Io non ho mai espresso opinioni sulle valutazioni degli analisti", commenta Marchionne, che ha poi voluto lanciare un messaggio di fiducia sul comparto automotive: "Ci stiamo rendendo conto che è prematura questa paura del mercato sulla scomparsa dell'auto perchè ci saranno le auto che si guidano da sole e quelle elettriche e che il processo di cambiamento sarà molto più lento e molto più lungo di quanto si pensi.

Share