Nord Corea, testata bomba a idrogeno Donald Trump: "Dialogo non funziona"

Share

Ad annunciarlo è stata la tv statale Kctvm, dopo che la detonazione (avvenuta alle 12:00 locali - le 5:30 in Italia) è stata seguita da un potente sisma di magnitudo 6,3, così come rilevato dall'istituto geologico americano Usgs (la precedente detonazione risaliva al 9 settembre 2016).

Prima ancora aveva pubblicato diversi tweet in cui condannava l'ennesimo test nucleare della Corea del Nord, prendendo atto che le parole e le azioni di quel Paese continuano a costituire un pericolo per gli Stati Uniti.

Corea del Nord, Trump: "Gli Usa attaccheranno?"

"La Corea del Sud - scrive su twitter il presidente Donald Trump - sta realizzando, io glielo avevo detto che il dialogo non funziona, che la Corea del Nord capisce una cosa sola".

Di contro le forze armate sudcoreane hanno condotto un'esercitazione simulando un attacco contro un sito nucleare nordcoreano, con l'utilizzo di caccia F15 e di un missile balistico. L'esercito sudcoreano ha precisato che i bersagli scelti erano a una distanza equivalente a quella del poligono di tiro nucleare nordcoreano di Punggye-ri, nel Nord-Est del Paese. Jim Mattis, in una dichiarazione stringata ma pesata parola per parola, ha avvertito: a eventuali "minacce agli Stati Uniti, inclusa Guam, e ai nostri alleati" la risposta militare sarà "imponente, efficace e schiacciante".

Suburra, la serie: il cast sul tappeto rosso di Venezia 74
La prima stagione sarà composta da 10 episodi e sarà disponibile sulla piattaforma di streaming a partire dal 6 ottobre 2017 .

Il presidente russo Vladimir Putin invece esclude opzioni militari.

Problemi strategici. La Casa Bianca è divisa sulla strategia da seguire, e il presidente fatica a individuare la strada giusta per affrontare la crescente minaccia.

"I due leader hanno confermato l'indissolubile legame reciproco in materia di difesa". Una mossa, proprio adesso, che incontra le resistenze di alcuni dei suoi più stretti collaboratori, dal consigliere alla Sicurezza Nazionale H.R. McMaster a quello economico Gary Cohn, che temono un isolamento di Seul proprio mentre la minaccia nord coreana cresce. Il Tesoro americano sta già lavorando a un nuovo pacchetto di sanzioni più dure contro Pyongyang per il suo "comportamento inaccettabile" ha annunciato il segretario Steven Mnuchin. Per il presidente si tratta di una decisione difficile, che gli attirerà le critiche anche del suo stesso partito, parte contrario all'abolizione del piano-Obama perchè a decidere dovrebbe essere il Congresso e non il presidente.

Le conseguenze della crisi. Comunque, al di là della retorica e dei tweet, una prova di forza militare è con il passare del tempo un'ipotesi sempre più difficile da praticare, soprattutto per le scarse informazioni di intelligence a disposizione e per la certa reazione di Pyongyang.

Share