Istat: Pil secondo trimestre +0,4%

Share

Secondo i dati definitivi di Istat, che confermano le stime preliminari del 16 agosto, nel secondo trimestre del 2017 il Pil è cresciuto in termini congiunturali dello 0,4%, dopo un analogo aumento dello 0,4% nel trimestre precedente. La variazione acquisita del Pil, quella che si registrerebbe in caso di crescita nulla nella restante metà dell'anno, per il 2017 è pari a +1,2% (la previsione ufficiale del Governo è ferma al Def di aprile dove si indicava una crescita dell'1,1%).

"Il secondo trimestre del 2017 ha avuto tre giornate lavorative in meno del trimestre precedente e due in meno rispetto al secondo trimestre del 2016", spiega Istat.

La comunicazione odierna aggiunge qualche spunto sulla qualità della crescita e arrivano indicazioni positive dalla domanda interna. Anche se il tasso di crescita è in linea con il target del 3% del presidente Donald Trump, gli analisti non ritengono che la ripresa sarà in grado di mantenere questo tasso di crescita nei prossimi mesi.

##Trump si vendica: ordina a Mosca chiusura di tre missioni in Usa
La Casa Bianca ha imposto a Mosca di chiudere il consolato russo di San Francisco e ridimensionare le sue strutture diplomatiche a Washington e New York .

Un ruolo importante è attribuito, tra i consumi finali (+0,2%), alla crescita della spesa delle famiglie: su base congiunturale, cioè rispetto al primo trimestre, è salita dello 0,3% mentre su base annua, e cioè rispetto al secondo trimestre 2016, è cresciuta dell'1,2%. Bene industria (+0,6%) e servizi (+0,4%), rialzi controbilanciati dalla dalla diminuzione del valore aggiunto dell'agricoltura (-2,2%).

Il PIL statunitense è stato rivisto al rialzo al 3% rispetto al +2,6% della prima lettura.

Share