De Rossi carica l'Italia: "Al Bernabeu possiamo fare una piccola impresa"

Share

Rai Sport riporta le parole del centrocampista azzurro Daniele De Rossi, rilasciate stamane a Coverciano: "In uno scontro diretto - ha dichiarato il romanista - dire che sono favoriti non è sbagliato. Seppur siamo una gruppo rinnovato e in crescita, abbiamo una buona dose di personalità e sappiamo cosa fare in campo". Tornando alla Spagna ci farà correre e dovremo esser pronti. Mi piaceva essere partiti fuori dai radar perché noi a luglio siamo sempre campioni e stavolta no. Non è stata facile questa partita che abbiamo perso, ero davvero giù, per fortuna la Nazionale mi ha distratto. Favoriti ma non andiamo come vittime sacrificali Siamo consci che possiamo fare piccola impresa. Al Mondiale inizi a pensarci due anni prima.

"Il gol di domenica scorsa di Belotti - ammette in conferenza stampa - è una perla, capitano poche volte nella carriera di un attaccante". E' bella la cattiveria che mette sempre, spacca sempre la porta. Si trovano bene insieme e si completano.

Griglia scudetto? "A Roma si fanno troppo spesso le griglie. E poi a Roma, in estate, noi siamo sempre i futuri campioni d'Italia". C'è da lavorare tanto, Schick è un ottimo calciatore.

Niccolò Fabi: "Da novembre prendo una pausa dalla musica"
Dopo 20 anni di carriera, il cantautore romano si dice pronto a ritirarsi dalle scene per dedicarsi agli affetti più importanti.

Verratti? "Sta scoprendo che razza di giocatore è, di classe assoluta". Con noi è il più importante come geometrie e per l'ultimo passaggio, magari nel PSG con tutti quei fenomeni non è il migliore in assoluto ma resta fortissimo.

Su Insigne: "Gran giocatore". E metterà tutti d'accordo come nel basket. Ancora non ho vissuto l'esperienza della sosta per il VAR. Infatti l'ho detto all'arbitro Irrati: "ma il nostro è rotto?"

Share