Messina Denaro vestito da donna, i manifesti a Palermo

Share

Sono stati affissi anche a Palermo dei manifesti che rappresentano il boss mafioso latitante Matteo Messina Denaro travestito da donna. "Emblematico fu il caso del boss della Camorra Gionta che fu arrestato vestito in abiti femminili".

Questi poster satirici hanno letteralmente ricoperto tutti i quartieri della città, dalla zona di via D'Amelio al quartiere Zen, dalla zona del porto fino al centro storico.

Submarine owner comes clean about missing journalist's death
Divers are hunting for Wall's body around Køge Bay and Öresund, and sonar detection devices are being deployed in the search. She received a bachelor's degree from the London School of Economics & Political Science.

A tappezzare Palermo, dopo Reggio Calabria e Milano, Klaus Davi, autore della campagna insieme al pubblicitario Pasquale Diaferia.

Per molti è stato interpretato come un grande gesto di provocazione, per altri, invece, è stato interpretato come un modo per sminuire e, quasi, ridicolizzare uno dei latitanti mafiosi più pericolosi di sempre. E Palermo è una delle città che ha accettato di affiggere questi manifesti: altre città, come Roma e Castelvetrano, si erano rifiutate.

Share