Nepal, 600 turisti bloccati da inondazioni, Chaouqui: 'Aiuto'

Share

Fonti governative hanno reso noto il bilancio delle vittime, spiegando che le violente precipitazioni che stanno flagellando il Paese hanno causato molti black-out elettrici e telefonici, rendendo difficile l'accertamento dei danni nelle regioni più difficilmente accessibili. Un altro funzionario del governo nepalese sostiene che la pioggia ha tagliato le comunicazioni e interrotto l'elettricità in diverse zone del paese, complicando così i soccorsi e impedendo al governo di fornire cibo, acqua e altri beni di prima necessità agli sfollati. La Farnesina si è immediatamente attivata per aiutare la famiglia bloccata in un hotel.

Più tardi, via Twitter, la Chaouqui ha postato una foto del fango presa probabilmente da una finestra dell'albergo: "Siamo vivi - ha scritto - Ci sono 20 bambini".

All Blacks hooker Coles ruled out with another head injury
He said he's been preparing his team to go the distance at pace by working intensively on their fitness in recent weeks. He pointed to almost 20 new caps blooded since, with only about a dozen of the 2015 World Cup squad remaining.

La Croce Rossa prevede che almeno 100mila persone siano state colpite dal disastro. Lo riferiscono le autorità locali, aggiungendo che i dispersi sono 10 e il bilancio sembra destinato ad aggravarsi. Sempre su Twitter la donna ha scritto anche a Matteo Renzi e al ministro degli Esteri Angelino Alfano per chiedere aiuto. Lo ha detto al quotidiano The Himalayan Times il presidente dell'Associazione regionale degli alberghi di Sauraha, Suman Ghimire.

Le piogge torrenziali che hanno colpito il Nepal negli ultimi tre giorni hanno causato frane e inondazioni, uccidendo almeno 49 persone e ferendone 17.

Share