Montalto Uffugo: agente penitenziario uccide la moglie e si suicida

Share

Maria Grazia Russo, 48 anni, uccisa stamattina con tre colpi di pistola a Montalto Uffugo dal coniuge, Giovanni Petrasso, 53 anni, agente di polizia penitenziaria nel carcere di Cosenza, accusava il marito di tradirlo. Poco dopo Petrasso si é puntato la pistola d'ordinanza alla tempia ed ha fatto fuoco.

Cosenza - Un omicidio suicidio si è consumato nella mattinata di oggi, mercoledì 28 giugno, a Montalto Scalo, frazione di Montalto Uffugo, in provincia di Cosenza. Accorsa in un'altra stanza della casa, dopo aver udito i colpi di pistola, la ragazza avrebbe così rinvenuto il cadavere della madre e il padre con la pistola ancora in mano. La giovane ha visto i corpi senza vita dei genitori riversi sul pavimento e ha chiamato i carabinieri.

Death at Bendigo Racecourse
Philpot, who fell during the conduct of a jump-out, was attended to by paramedics on-course but was tragically unable to be saved. Philpot was a long-term Queensland jockey who counted the Cairns Amateurs Cup among her winning achievements on the racetrack.

Non si conosce, attualmente, il motivo per cui l'agente penitenziario Petrasso abbia deciso di uccidere la moglie e suicidarsi. La coppia ha anche un'altra figlia più grande che vive lontano per ragioni di studio. Tra Petrasso e la moglie, secondo quanto è trapelato dalle indagini dei carabinieri, negli ultimi tempi c'erano litigi abbastanza frequenti per normali problemi di coppia, ma nessuna denuncia per maltrattamenti o per altro. Presenti anche i sanitari del 118 che hanno tentato, invano, di rianimare l'uomo, e il pm di turno Bruno Tridico.

Share