Berardi illude un'Italia sprecona, tris e festa per la Repubblica Ceca

Share

Proprio nel momento in cui la partita sembrava addormentarsi Cataldi pesca in profondità Berardi che piazza col mancino, Zima respinge ma il Calabrese ribadisce in rete di testa.

Nella ripresa l'Italia cambia marcia, entra uno scatenato Chiesa che rileva Grassi e la partita cambia: l'Italia crea prende possesso del campo, con la Repubblica Ceca che prova a far male in contropiede. Appena 2' e gli azzurri sfiorano il pari su calcio da fermo con Berardi, tiro dai trenta metri che termina di un soffio a lato vicino all'incrocio alla sinistra di Zima.

Gli Azzurrini cercano di costruire gioco ma soffrono la determinazione e il coraggio della Repubblica ceca, che colpisce alla prima vera occasione. Quattro minuti dopo l'Italia vicina al raddoppio: doppio passo di Chiesa che serve al centro rasoterra e Petagna manca di un millimetro l'impatto con la sfera per il più facile dei gol. L'Italia si disunisce ed arriva anche il tris con un destro incredibile dalla lunga distanza di Michael Lüftner che non lascia scampo a Donnarumma. Petagna al 76′ sbaglia ancora: solo davanti al portere fa un cucchiaio che esce alto sulla traversa. Repubblica Ceca avanti. Prova a rispondere Petagna con un tiro ravvicinato che finisce di poco alla destra di Zima. E quando sbagli troppo subisci il gol, anzi, due. Al 79′ l'Italia non tiene le posizioni: Havlik raccoglie in area un preciso passaggio di Tomas Chory e batte Donnarumma.

For Democrats, 'Not Trump' is not enough
The commander-in-chief then posted a third tweet , writing "Congratulations to Karen Handel on her big win in Georgia 6th". Republicans have held that seat since Newt Gingrich won it in 1978, although Mr.

Ma le speranze di rimonta non durano a lungo perchè la Repubblica ceca è spietata e realizza il gol del 2-1 con Marek Havlík con un bel destro dal limite che infila Donnarumma. "Nel primo tempo abbiamo sofferto il pressing - ha detto il tecnico, interpellato a caldo su Raiuno - Merito loro, mentre noi non siamo stati veloci". Siamo rientrati bene in partita e potevamo anche vincerla, ma non abbiamo tenuto l'ordine giusto per portare a casa la vittoria.

Vincere contro la Germania nel prossimo turno non basterà alla nazionale allenata da Di Biagio: bisognerà incrociare le dita e sperare in un risultato favorevole negli altri gironi. "Ora pensiamo a recuperare energie - continua Di Biagio - non è tutto finito ma questa sconfitta complica la situazione".

Share