Mirabelli: "Donnarumma in tribuna? Decide Montella"

Share

All'agente non è piaciuto il clima ostile che è stato, secondo Raiola, costruito contro il giovane portiere, il quale sarebbe stato addirittura minacciato di morte. Noi siamo stati costretti a prendere una decisione che non avevamo pronta e quindi la risposta è stata negativa. Donnarumma è un giocatore del Milan, un grandissimo campione e ragazzo, sicuramente giocherà nel Milan" Il dirigente è stato anche interpellato sul compleanno di Montella che ricade proprio quest'oggi: "Se gli ho fatto gli auguri?

Vittorio Rigo, avvocato esperto di diritto sportivo vicino a Mino Raiola, ha parlato al Giornale di Vicenza del "caso" Donnarumma e dell'ipotesi che il Milan possa tenerlo in tribuna per tutto il corso della prossima stagione quale "punizione" per non aver accettato la proposta di rinnovo dei rossoneri. Hanno sbagliato i toni, troppo esuberanti. Non era una questione di rubarsi il giocatore. "Noi abbiamo osservato gli atteggiamenti da parte della società, anche pubblici, e abbiamo deciso così".

Carrie Fisher: rivelate le cause della morte dell'attrice
Conosco mia madre, so che vorrebbe che la sua morte avesse un senso e incoraggiasse le persone a lottare per ciò in cui si crede. Carrie era affetta da una Sindrome delle apnee nel sonno, da arteriosclerosi e l'uso di medicinali nel suo caso è stato fatale.

Ho spiegato perchè siamo arrivati a questa situazione, non potevamo accettare minacce, stress psicologici e altro. "Purtroppo fino ad oggi c'è stata forse una strumentalizzazione mediatica del caso Donnarumma, che ricordo ha solo 18 anni, e si è trovato travolto da una tempesta", ha affermato l'avvocato.

Al contrario di quanto ipotizzato all'inizio, però, Raiola non terrà una conferenza stampa aperta a tutti ma si limiterà a rilasciare un'intervista con Sky, Mediaset e Rai.

Share