Ius soli, Grillo: "Pastrocchio invotabile, pensiamo alle famiglie italiane"

Share

Il premier Paolo Gentiloni, ospite a Bologna della Repubblica delle idee ha dichiarato: "E' arrivato il tempo di poter considerare a tutti gli effetti questi bambini come cittadini italiani". Glielo dobbiamo, è un atto doveroso e di civiltà. "Mi auguro che il Parlamento lo faccia presto". Il Movimento 5 stelle, che in Aula si è astenuto, tramite Luigi Di Maio ha polemizzato: "È mai possibile che prima di pensare al lavoro, o a un piano per dare incentivi e sgravi alle imprese che assumono giovani, oppure a un reale sostegno per le famiglie monoreddito con figli a carico, il Pd pensi a far approvare lo ius soli?".

Lo ius soli (dal latino: "diritto del suolo") è un'espressione giuridica che indica l'acquisizione della cittadinanza (in questo caso italiana) come conseguenza del fatto di essere nati sul territorio indipendentemente dalla cittadinanza dei genitori. Diventando cittadini italiani si acquisiscono dei diritti, ma anche dei doveri. Non bisogna lasciare nessuno spazio all'idea che con questa decisione noi sottovalutiamo l'importanza della nostra cultura, della nostra identità.

Senate passes bill to impose new sanctions on Iran
Iran today condemned new sanctions adopted by the US Senate and vowed to respond with "reciprocal and adequate measures". The bill, if ratified, will target the individuals and entities linked to Iran's missile activities.

"L'esperienza di questi anni di chi contrasta la radicalizzazione e il terrorismo ci dice che per contenere i pericoli e prosciugare l'acqua attorno ai quali si radicalizzano la strada non è l'esclusione, la contrapposizione, la rottura, la strada dei muri che si alzano, la strada è quella del dialogo e dell'inclusione. E' vergognoso tenere il Parlamento in stallo per discutere di provvedimenti senza capo né coda, mentre non si fa nulla per dare una mano alle famiglie italiane che si trovano in grande difficoltà economica: secondo l'Istat sono l'11,9% del totale, ovvero 7 milioni e 209mila persone che nel 2016 si sono trovate nelle condizioni di 'grave deprivazione materiale'". "La parte più illuminata del centrodestra non segua i boati". Stiamo parlando della possibilità di consentire a questi bambini non solo di sentirsi italiani ma di essere italiani, parlare la lingua, rispettare le nostre leggi. Ad annunciarlo è stato il segretario leghista Matteo Salvini, a margine di un'iniziativa elettorale al mercato di Certosa, a Genova. "Noi non molliamo! La cittadinanza non si regala", ha concluso il post il leader del Carroccio. Per quanto riguarda lo ius culturae, sono invece 166.008 i ragazzi stranieri che hanno completato almeno cinque anni di scuola in Italia, non tenendo conto degli iscritti all'ultimo anno di scuole superiori perché maggiorenni. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità.

Share