Ius soli. Gentiloni: "Bisogna fare presto". Per Grillo è un "pastrocchio invotabile"

Share

Roma - "Sullo ius soli il MoVimento 5 Stelle si è astenuto alla Camera e come annunciato altrettanto farà, con coerenza, al Senato. È vergognoso tenere il Parlamento in stallo per discutere di provvedimenti che sono senza capo né coda mentre non si fa nulla per dare una mano alle famiglie italiane che si trovano in grande difficoltà economica". Invece, nell'Italia che sta accogliendo oltre l'84% dei nuovi arrivati in Europa nel 2017, si vuole stimolare ulteriormente trafficanti e disperati a gravare il nostro paese di un peso che già oggi è insostenibile: molto più dei 5 miliardi di cui si parla, che sono solo la punta dell'iceberg, mentre 11 milioni di italiani limitano o annullano le cure mediche per mancanza di soldi e le famiglie con bambini hanno agevolazioni fiscali vicine allo zero. Mi auguro che il Parlamento lo faccia presto nelle prossime settimane. Si introduce, accanto allo ius sanguinis (è italiano il figlio di un cittadino italiano) anche una via riconducibile allo ius culturae: le novità riguardano chi arriva nel nostro paese prima dei 12 anni di età e studia in scuole italiane. "La cittadinanza a questi bambini è un pezzo di inclusione che interessa anche la sicurezza e per questo occorre procedere e dare questo diritto a chi se lo merita in modo così evidente". Con Rousseau siamo la prima e unica forza politica al mondo che fa decidere online agli iscritti i propri candidati e il proprio programma.

Duro anche il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, che in un'intervista a Libero, spiega la sua contrarietà alla legge sullo ius soli. "Qui stiamo parlando di legare a un comune destino e a un sentimento nazionale bambini che giocano coi nostri figli, che hanno la pelle di colore diverso ma che parlano il dialetto bolognese o quello milanese, che frequentano le nostre scuole, che si sono diplomati".

FIFA Confederations Cup kicks off in Russian Federation
Fifa Secretary General Fatma Samoura said Russia's readiness had "surpassed expectations". "It is the experience and knowledge that will be of enormous value for 2018".

Il ddl sullo ius soli è un "pastrocchio invotabile". Un bambino nato da genitori stranieri, anche se partorito sul territorio italiano, può chiedere la cittadinanza solo dopo aver compiuto 18 anni e se fino a quel momento abbia risieduto in Italia "legalmente e ininterrottamente". E' uno degli interrogativi dei contrari allo Ius soli. E partiti che usano tutte le loro energie per prenderci di mira e insultarci per avere consensi. Io non lo permetterò, siamo ragazzi nati/cresciuti qui, amiamo questo paese e ne rispettiamo le regole, vogliamo vivere qui, il nostrano futuro lo vediamo in questo Paese.

Share